Una pausa di riflessione

   Quel che non è e non può essere ho cercato,
per una speranza prolungata si è ammalato il mio cuore:
ma occorrono anni per abbandonare
una speranza di gioventù.

   Aspettavo vigile e risoluta:
l'oggetto anelato sembrava fuggire,
pure di giorno in giorno,
vigile aspettavo.

   A volte dicevo: tutto questo non sarà mai,
la speranza vacilla e finirà.
Ora rinuncio e troverò pace:
e non ho rinunciato mai.

   A volte dicevo: quello che desidero
è un vuoto nome, perchè dare via per un nome
la pace dei miei giorni?
Pure io la davo.

   Sciocca! Incapace di sana gioia
e di salutare dolore:
è una traccia vana
e ancora l'insegui.

 

 

Parmigianino. Amore che fabbrica l'arco, 1531
Vienna, Kunsthistorisches Museum


«Ai piedi di Amore si trovano due Putti, che sedendo uno piglia l'altro per un braccio, e ridendo vuol che tocchi Cupido con un dito, e quegli, che non vuol toccarlo, piange mostrando aver paura di cuocersi al fuoco d'Amore.»
(Commento del Vasari, 1568)


Christina , Londra 1830 – 1894
 
Share

Leave a Reply

Lasciaci il tuo parere!

avatar
wpDiscuz