Sonetto XII

   Donna completa, mela carnale, luna calda,
denso aroma d’alghe, fango e luce pestati,
quale oscura chiarità s’apre tra le tue colonne?
Quale antica notte tocca l’uomo con i suoi sensi?

   Ahi, amare è un viaggio con acqua e con stelle,
con aria soffocata e brusche tempeste di farina:
amare è un combattimento di lampi
e due corpi da un solo miele sconfitti.

   Bacio a bacio percorro il tuo piccolo infinito,
i tuoi margini, i tuoi fiumi, i tuoi villaggi minuscoli,
e il fuoco genitale trasformato in delizia
corre per i sottili cammini del tuo sangue
fino a precipitarsi come un garofano notturno,
fino a essere e non essere che un lampo nell’ombra.


d’amore. Pablo Neruda, Parral 1904 – Santiago 1973
 

 

Share

Leave a Reply

Lasciaci il tuo parere!

avatar
wpDiscuz