Gli sguardi di dentro

   “In quel libro che è la mia memoria, nella prima pagina di quel capitolo che è il giorno in cui ti incontrai la prima volta, ci sono le parole: Qui comincia una nuova vita.” Dante Alighieri, La vita nova – incipit

 Come si fa a smettere di amare?

 Si aspetta. Il tempo passa. Prima sono i minuti, poi le ore, poi i giorni. Poi arrivano le stagioni: primavera, estate, autunno, inverno. Si aspetta, il tempo passa. Arrivano persone, alcune (le più testarde e coraggiose) restano per un po’, altre scappano via subito. Non hai tempo per loro, quando aspetti di smettere di amare non hai tempo per nessuno, neanche per te stesso. Il tempo ti ha immobilizzato nell’attesa, sei fuori posto, sei un’immagine statica tra immagini in movimento.

Hai aspettato, tempo ne è passato, ne è passato di tempo. Poi un giorno guardi una foto e non la riconosci. Allora la guardi meglio e vedi uno sguardo che non avevi mai visto prima. Uno sguardo diverso. Uno sguardo di cui non ti saresti innamorato. E’ lei, eppure non è lei. Ma è lei, ci hai mangiato insieme, ci hai dormito insieme, è lei. E’ lei, con quegli occhi (ma con un altro sguardo) ti ha guardato ferma sulla porta del bagno chiedendoti: “Che è successo?”.
   “Niente”, hai risposto tu. Eri immobile (pietrificato, forse stavi già aspettando ma ancora non lo sapevi) dall’altra parte della stanza vicino il secchio dell’immondizia ricoperchiato in tutta fretta: ci avevi appena frugato dentro per vedere se c’erano preservativi usati. Usati da qualcun altro, perché eri geloso, ed eri molto – ma molto – innamorato.

 E’ lei. E’ certamente lei perché quel giorno che sorrise per la prima volta non lo scorderai per tutta la vita. E’ lei, ma quella foto ha un altro sguardo. E’ lei ma con questo sguardo post-moderno ha smesso di scavarti lo stomaco come un cucchiaio. E’ lei, ma con quegli occhi non ti tiene più sulla carrozza delle montagne russe al centro della discesa più alta. E’ uno sguardo lontano da qualcosa che ti farebbe innamorare. E’ uno sguardo lontano da tutto. E’ certamente uno sguardo lontano da me.

Share

Leave a Reply

Lasciaci il tuo parere!

avatar
wpDiscuz