Torna

E chi ve pò scurdà, uocchie c’arraggiunate senza parlà…
(Vecchia canzone napoletana)

 
   Ritorna ancora e prendimi,
amata sensazione, ritorna e prendimi,
quando si ridesta viva la memoria
del corpo, e l’antico desiderio di nuovo si versa nel sangue,
quando le labbra e la pelle ricordano, e la carne,
e le mani come se ancora toccassero.
Ritorna ancora e prendimi, la notte,
quando le labbra ricordano, e la carne
e le mani come se ancora toccassero…


Konstantinos , Alessandria d’Egitto 1863 – 1933
 

 

Share

Leave a Reply

Lasciaci il tuo parere!

avatar
wpDiscuz