Esprimi un desiderio (e spera che non si avveri)

Quando ero giovane
e stupido
e molto saggio,
e credevo che nel mondo esistessero davvero le cose giuste e quelle sbagliate, e pensavo di essere migliore di voi non sapendo che la mia tragedia era quella di essere diverso senza per questo essere migliore di nessuno; quando la vita mi piaceva ed era bello essere me, e pensavo che avrei realizzato, detto, scritto grandi cose. Quando mi interessavate come materia di studio e pensavo di meritare le cose per il solo fatto di esistere e l’incantesimo dell’illusione non era ancora spezzato; quando la mattina mi alzavo contento e avevo fiducia nel futuro perché ancora non era arrivato e tutto poteva essere e io ci credevo come qualcuno crede in dio e questo bastava; quando avevo 18 anni, e 19, e 20 e così via fino a 29, due cose avrei voluto per dichiarare la mia felicità (pensavo anche che ci fosse la felicità: ci credevo e quindi esisteva, e a volte la sentivo sfarfallare nello stomaco). La prima di queste due cose era trovare l’Amore della Mia Vita. Se questa vi sembra ingenua è solo perché non avete ancora sentito la seconda: scrivere un libro.

A 29 anni le cose sterzarono sul grottesco, perché il destino ha la sua ironia e a volte esaudisce i desideri: il ventinovesimo anno ho trovato l’Amore della Mia Vita. Se vi interessa sapere come è andata leggetevi il libro.

Share

Leave a Reply

Lasciaci il tuo parere!

avatar
wpDiscuz