Mother – Lyrics

Mother, e tre. Che ci volete fare.
Prima di tutto voglio dire che (purtroppo per noi) un gruppo musicale non può avere due leader. E’ stato per questo motivo che a un certo punto le strade di Roger Waters e David Gilmour nei si sono separate. La frattura tra i due ha avuto conseguenze immediate anche sui fans del gruppo: si sono letteralmente spaccati in due scuole di pensiero. E’ guerra dichiarata tra quelli che sostengono che Gilmour è il migliore, e quelli che invece pensano che il migliore sia Waters. Tanto varrebbe mettersi a discutere se il colore del mare sia più bello di quello del cielo. Non c’è il migliore tra Waters e Gilmour, perché i due erano complementari e ognuno era il migliore nel suo campo, o almeno così la vedo io.
Waters è un compositore inarrivabile, così come Gilmour è un musicista-arrangiatore inarrivabile. Gilmour è quello che ha permesso ai Pink Floyd di uscire dall’ambiente provinciale in cui la band era nata e aveva mosso i primi passi, così come Waters è stato quello che ha dato ai testi delle canzoni dei Pink anima e poesia. Senza Waters non avremmo avuto i Pink Floyd. Senza Gilmour non avremmo avuto i Pink Floyd. E’ un vero peccato che una band non possa avere due leader.
Mother è contenuta nell’album The Wall. Dovendo parlare di una cosa così bella, non so che cosa dire. Dirò le prime cose che mi vengono in mente, le dico così come vengono. Poi inserirò una traduzione della canzone, poi il testo originale, infine i tre video contenuti nel mio blog: quello del film The Wall, quello del concerto del 1980 (Come Eravamo), e il più recente registrato in un concerto di Waters.
La prima cosa che mi viene in mente su questa canzone è che il padre di Waters era un soldato. E’ morto ad Anzio nella seconda guerra mondiale. Waters era nato da poco, non l’ha mai conosciuto. I riferimenti ai dubbi e le paure del bambino piccolo rimasto da solo con la madre, in guerra e con un padre morto spadroneggiano in tutto il testo. La canzone l’ha scritta Waters. Nel testo è trasposta in poesia un’analisi psicologica dei rapporti madre-figlio che per come la vedo io non ha eguali. Non ha eguali per intensità, verità, coraggio, chiarezza. Ragazzi: non ce n’è per nessuno.

Mother

Mamma, pensi che sganceranno la bomba?
Mamma, pensi che gli piacerà questa canzone?
Mamma, pensi che proveranno a rompermi le palle?
Mamma, dovrei costruire un muro?
Mamma, dovrei candidarmi a presidente?
Mamma, devo avere fiducia nel governo?
Mamma, mi manderanno in prima linea?
E’ tutto una perdita di tempo?

Coraggio, bambino, bambino, non piangere
Mamma farà avverare tutti i tuoi incubi
Mamma ti trasferirà tutte le sue paure
Mamma ti terrà al sicuro sotto la sua ala
Non ti farà volare, ma forse ti permetterà di cantare
Mamma ti terrà al calduccio
Oh bambino, bambino, bambino,
di certo mamma ti aiuterà a costruire il muro

Mamma, pensi che lei vada bene per me?
Mamma, pensi che lei sia pericolosa per me?
Mamma, farà piangere il tuo bambino?
Mamma, mi spezzerà il cuore?
Coraggio, bambino, bambino, non piangere

Mamma controllerà tutte le tue fidanzate
Mamma non farà entrare nessuna sporcacciona
Mamma ti aspetterà in piedi finché non rientri
Mamma ti troverà ovunque tu sia
Mamma terrà il suo bambino pulito e in salute
Oh bambino, bambino, bambino
sarai sempre un bambino per me

Mamma, deve essere così alto? (il muro)

Mother

Mother, do you think they’ll drop the bomb?
Mother, do you think they’ll like this song?
Mother, do you think they’ll try to break my balls?
Mother, should I build a wall?
Mother, should I run for President?
Mother, should I trust the government?
Mother, will they put me in the firing line?
Is it just a waste of time?

Hush now baby, baby, don’t you cry
Momma’s gonna make all of your nightmares come true
Momma’s gonna put all of her fears into you
Momma’s gonna keep you right here under her wing
She won’t let you fly, but she might let you sing
Momma’s will keep Baby cozy and warm
Oooo Babe Oooo Babe Ooo Babe,
of course Momma’s gonna help build the wall

Mother, do you think she’s good enough for me?
Mother, do you think she’s dangerous to me?
Mother will she tear your little boy apart?
Mother, will she break my heart?
Hush now baby, baby, don’t you cry

Momma’s gonna check out all your girlfriends for you
Momma won’t let anyone dirty get through
Momma’s gonna wait up until you come in
Momma will always find out where you’ve been
Momma’s gonna keep Baby healthy and clean
Oooo Babe Oooo Babe Ooo Babe,
you’ll always be Baby to me

Mother, did it need to be so high?

Mother, The Wall (il film)

Mother, Roger Waters live

Mother, Is There Anybody Out There? The Wall Live 1980-81

 

 

Share

Leave a Reply

3 Commenti on "Mother – Lyrics"

avatar
cris
Ospite

“Ambiente provinciale”??? Ma se sono stati numerose volte ospiti di trasmissioni come “top of the pops” (una cosa un po’ più seria e interessante della tardiva imitazione italiana, ma anche molto popolare nell’Inghilterra fine anni ’60) e ricevevano critiche positive da praticamente ovunque?
Sul resto che dici sono perfettamente d’accordo, non si può pensare ai pink floyd come al prodotto di uno solo dei due (anzi a questo punto mettiamoci dentro anche le atmosfere delicatamente oniriche di wright e magari pure la pazzia di Mason…).

Max
Ospite
Non lo so di chi sono stati ospiti, ma dal 1964 al 1967 i Pink Floyd cambiarono nome alla band circa 6 volte, con gente che entrava e usciva dal gruppo in continuazione. Suonavano in club e locali inglesi, non avevano nessuna dimensione internazionale. The Piper At The Gates Of Dawn, il primo e unico album con Syd Barret alla testa del gruppo, uscì ad agosto del 1967 e dopo l’uscita dell’album i Pink ebbero la prima occasione di fare un tour negli USA, ma il cervello di Barret purtroppo era già stato fuso dall’LSD. A quel punto, se non… Leggi il resto »
trackback

[…] questa pagina trovate un approfondimento sulla canzone, altre sue versioni, e il testo completo con […]

wpDiscuz