On the Turning Away – Pink Floyd, Venezia (1989)

Potremmo scoprire di essere tutti soli
Nel sogno dell'Orgoglioso
(, On the turning away)


Mamma mia. E come faccio a commentare questa bellezza? Vado a braccio. Primo commento, negativo: dopo il concerto dei Pink a Venezia ci fu un accapigliamento tra gli amministratori locali: si rimpallavano la **responsabilità** per aver accordato il concerto. E certo, bisognava trovarlo sto cazzo di colpevole, perché i fans accorsi per quello che era stato annunciato come l'ultimo concerto dei Pink Floyd (concerto gratuito: accorsero 500.000 fans da tutto il mondo), i fans avevano sporcato la piazza! OH_MIO_DIO: hanno sporcato la piazza! ahahah se questo è un paese di PAZZI !  Pulitela perdio! PULITELA sta piazza! I *Pink Floyd* vi hanno onorato del loro ultimo concerto!
Ma perché ne parlo? Non voglio parlare di cose negative con questa bellezza qui sotto. Voglio solo dirvi che dovete spararvi in cuffia questa meraviglia al massimo volume possibile. Voglio solo dirvi che grazie a dio, questo non è stato l'ultimo concerto dei Pink Floyd. Voglio solo dirvi di schiacciarvi le cuffie sulle orecchie al primo assolo di chitarra di Gilmour nella canzone, che vi arriva addosso come una rasoiata. Vi dico: leggetevi il testo di questa canzone. Dico: guardate la poesia delle luci che duettano con la in un'armonia irripetibile. Prendete un bel respiro profondo e reggetevi forte alla sedia, perché se questa roba vi arriva come arriva a me sono cazzi vostri.

Share

Leave a Reply

10 Commenti on "On the Turning Away – Pink Floyd, Venezia (1989)"

avatar
Teko
Ospite

C’ero anche io a Venezia nel 1989 e avevo “solo” 30 anni!!
Fortunatamente già economicamente indipendente da potermi permettere di prendere l’aereo da Roma arrivare a Venezia quando ormai i fans venivano bloccati prima di P.le Roma e sborsare ben 100.000 lire per corrompere uno scafista e farmi portare in laguna davanti al parco ….. la notte più bella della mia vita. Un mese fa precisamente a Ferragosto alle 10 di sera mi trovavo a P.zza S.Marco ….. giuro li ho rivisti e risentiti !!

Max
Ospite

Non riesco a immaginare un modo migliore di spendere 100.000 lire

Riccardo
Ospite

C’ero anch’io, e pensare che a soli 18 anni andai solo per accompagnare degli amici, del tutto ignaro di quello che mi aspettava. Adesso che gli anni sono 38 vi giuro che ancora quando, da solo, con la mia cuffia, sento quella chitarra mi vengono i brividi…. che spettacolo

Enrico
Ospite

C’ero anch’io alla bellezza di non ancora 17 anni… Poi Modena … Livorno …

Anonymous
Ospite

anche io c’ero avevo quasi 17 anni
zaino con un panino e una scatoletta di tonno e via
tre giorni bellissimi

geio
Ospite

io non c’ero ma ho vissuto quel spettacolo in televisione, mi vengono ancora i brividi se ci penso.

Gianni John Mondini
Ospite

Avrei un quesito da porvi: mi sapete dire chi era il bassista nel concerto di Venezia?
Grazie in anticipo
gianni

Max
Ospite

Il bassista è Guy Pratt, lo stesso del tour PULSE (solo che a Venezia aveva i capelli più lunghi). Dopo essere diventato bassista della band, ha sposato la figlia di Richard Wright.

Trovi altre notizie in questa pagina di wikipedia:
http://en.wikipedia.org/wiki/Guy_Pratt

gianni
Ospite

grande evento che e’ rimasto nella storia della musica x sempre io non c’ero ma me lo ricordo come fosse oggi lo videoregistrai

rizzi
Ospite

semplicemente fantastici

wpDiscuz