La Divina Commedia, Purgatorio Dantesco: Immagini

Qualche giorno fa ho postato alcune immagini dell'Inferno così come era stato concepito da Dante. Con questo post continuo il percorso passando per il Purgatorio.
Naaa, in realtà era solo una scusa per ricordarvi che domani sera alle 23.10 su Rai Uno continua la lettura della Divina Commedia a cura di Benigni. Siamo tutti invitati all'Inferno, ottavo canto. Non mancate.

Click sulle immagini per ingrandire.

 

 

Share
Elena
Ospite

Avevi poi letto di Gerione?

Parlando di topografia dantesca, una cosa che non ho ancora capito del tutto è la conformazione esatta dell’ottavo cerchio dei fraudolenti.

E’ meraviglioso pensare come la perizia con cui Dante descrive tutti i particolari di tutti luoghi dell’Oltretomba (anche di quelli puramente intellettuali come l’Empireo) sia accompagnata da una costruzione d’insieme assolutamente impeccabile in cui tutto è funzionale a tutto e nella quale nulla sfugge all’occhio del Maestro.

Max
Ospite
E’ meraviglioso e incredibile. Tanto che se quei posti esistessero e fossero *esattamente* come li ha descritti lui, sarebbero semplicemente perfetti. Voglio dire che non riesco a immaginare come Dio avrebbe mai potuto fare meglio di Dante Alighieri. La conformazione dell’ottavo cerchio immagino che ce la spiegherà Benigni domani sera. Anche qui, schiere di professori che hanno avuto modo di spiegare la divina commedia a milioni di italiani (me incluso) non sono riusciti a rendere una sola briciola della bellezza che Benigni riesce a far passare nelle spiegazioni e nelle letture. Su Gerione ho trovato una pagina molto ben fatta… Leggi il resto »
arfasatto
Ospite

La conformazione esatta dell’ottavo cerchio, quello dei fraudolenti (Malebolge) è descritta perfettamente dal Sapegno nell’edizione della Divina Commedia che ho io. Si tratta di dieci bolge o buche circolari e concentriche, simili ai fossati che giravano intorno ai castellimedievali, e collegati tra loro da ponti che tagliano come una raggera tutti gli argini divisori delle varie bolge. Alla fine convergono su Cocito, il lago gelato centrale.
Max, hai ragione, dio non avrebbe potuto far meglio di Dante Alighieri, ed ogni giovedì è un’immersione in qualcosa di unico ed inuagugliabile.

Cornelia
Ospite

Il Purgatorio di Dante, alla fine, è la cantica meno nota. Ed è un peccato, è stupenda; non so se il Benigni ha letto qualche canto del Purgatorio, ma credo di no. Peccato-
Ho visto Benigni recitare Dante dal vivo, è bravissimo, colto, travolgente.
Il tuo blog è bellissimo, sono arrivata qui forse per caso: ci vedo talmente tante cose belle che penso che mi fermerò un po’.

andrea
Ospite

la divina commedia fa ricordare che in vita non ci dobbiamo comportare male perche poi facendo del male poi dobbiamo ripagare di tutto quello che abbiamo fatto con la legge del contrappasso,se si affatto qualche cosa nella vita andra nel purgatorio per purificare le anime se si trovano le anime in paradiso sono gia purificate

federico
Ospite

ciao a tutti qualcuna sa darmi qualche immagine del paradiso (dettagliata plz)
grazie

Arfasatto
Ospite

Federico, se vuoi trovare immagini e molto altro (il testo, i personaggi, le illustrazioni di Doré ecc) sulla Divina Commedia, ti consiglio di andare qui: http://www.settemuse.it/divina_commedia_index.htm

wpDiscuz