Una canzone disperata

Info sul : Lettura di Andrea Giordana, di Nicoletta Tomas, + Notte Stellata di Van Gogh

Mi piaci silenziosa, perché sei come assente
mi senti da lontano e la mia voce non ti tocca.
Par quasi che i tuoi occhi siano volati via
ed è come se un bacio ti chiudesse la bocca.

Tutte le cose sono colme della mia anima
e tu da loro emergi, colma d’anima mia.
Farfalla di sogno, assomigli alla mia anima
ed assomigli alla parola malinconia.

Mi piaci silenziosa, quando sembri distante.
E sembri lamentarti, tubante farfalla.
E mi senti da lontano e la mia voce non ti arriva:
lascia che il tuo silenzio sia il mio silenzio stesso.

Lascia che il tuo silenzio sia anche il mio parlarti,
lucido come fiamma, semplice come anello.
Tu sei come la notte, taciturna e stellata.
Di stella è il tuo silenzio, così lontano e semplice.

Mi piaci silenziosa perché sei come assente.
Distante e dolorosa come se fossi morta.
Basta allora un sorriso, una parola basta.
E sono lieto, lieto che questo non sia vero.

Pablo , Parral 1904 – Santiago 1973 

 

Share

Leave a Reply

3 Commenti on "Una canzone disperata"

avatar
arfasatto
Ospite

Bellissima questa poesia.
Bello il silenzio.
Bella una parola sola e un sorriso.
I quadri mi sembrano pieni di forza e di eros. Non so se mi piacciono ma sono, appunto, forti.

valentina
Ospite

Una voce unica che legge una bellissima poesia.

Costanza
Ospite

Questa è una poesia che ho dedicato,solo una volta nella mia vita.E quella è stata l’unica volta importante.
Questa poesia parla del silenzio e della sua forza,nulla al mondo può essere incisivo e vero come il silenzio, nulla più semblice e difficile nel medesimo tempo.

wpDiscuz