Fotografie (Video: James Blunt, Tears and Rain – Live)

Sto guardando la tastiera da un quarto d'ora. Di solito mi succede quando sto per scrivere qualcosa che parla di lei. Ma la verità è che mi passano per la testa tanti momenti, li guardo da un quarto d'ora come foto di un album impolverato e nessuno mi parla in modo particolare. Sono soltanto fotografie.
C'è lei che si sporge da un parapetto su una strada e fa il verso a un vigile che dirige il traffico venti metri sotto di noi.
C'è lei come l'ho immaginata quel giorno che stavano per scipparle il telefono mentre parlava con me.
Ecco, qui c'è lei che ride.
In questa si sta spogliando (non guardate).
Qui è incazzata nera, ce l'ha con me: la sto prendendo in giro perché vuole andare a vedere Train de vie (quel film l'ho visto 5 anni dopo, bellissimo).
Sta dipingendo, stiamo facendo l'amore, sta dormendo, fa colazione (mai visto niente di più bello in vita mia), sorride, piange, si asciuga i capelli, corre, si rotola nella sabbia, mi dice: Non cambierò idea, mi dice: Andiamo?, mi dice: Che è successo?, mi dice: niente, non mi dice niente: sta in silenzio (mai, mai visto niente di più bello in vita mia). Vorrei perdere la memoria se servisse a bruciare tutte queste fotografie. Vorrei strapparle tutte se bastasse a perdere la memoria.
Chiudo l'album, attenti alla polvere.

Share

Leave a Reply

Lasciaci il tuo parere!

avatar
wpDiscuz