Coming Back to Life

Outside the rain fell dark and slow
While I pondered on this dangerous but irresistible pastime

I took a heavenly ride through our silence
I knew the moment had arrived
For killing the past and coming back to life
(, Coming Back to Life)

Una delle cose che possono ammazzare qualcuno secondo me, è mettersi a guardare Gilmour che suona la chitarra. Voglio dire anche un'altra cosa: alcuni non apprezzano la voce di Gilmour e lui stesso quando canta sembra che non veda l'ora di staccarsi dal microfono per attaccarsi alla chitarra. Cioé lui canta ma (quest'uomo mi uccide) a guardarlo sembra che cederebbe volentieri il posto a qualcun altro perché in realtà non vede l'ora di suonare. D'altra parte come dargli torto? Arrivate al primo stacco di chitarra nel e ammirate (ssiore e ssiori) la tecnica in grado di far nascere i suoni che state ascoltando. Poi tirate il fiato e arrivate al secondo stacco e lì vedetevela voi. Il modo in cui Gilmour suona la chitarra è poesia di per sé. E' il trionfo della semplicità e dell'armonia su tutte le cose artefatte e inutilmente complesse.

Share

Leave a Reply

3 Commenti on "Coming Back to Life"

avatar
Celeste
Ospite

A me piace, la voce di Gilmour. E in questa canzone è da brivido.

Max
Ospite

Concordo

arfasatto
Ospite
Ho scelto questo post per controllare se mi riconosci ancora (sì, mi riconosci!). Non mi intendo di chitarra, in genere quello che mi piace di più nelle canzoni è la voce; per esempio ci sono voci sublimi che potrebbero rendere superfluo qualsiasi accompagnamento. Parlo di Keff Buckley, Thom Yorke, Wim Mertens. Oppure penso a voci diverse, calde e profonde, quelle di Leonard Cohen o di De André. O alla voce metallica e ruvida di Kurt Cobain. Certo ascoltare questo brano dà parecchie sensazioni, è dolce e forte nello stesso tempo; la voce di Gilmour, che, sì, non è niente di… Leggi il resto »
wpDiscuz