E’ Sempre Carnevale

Se tradisci quello che sei non avrai occasione di poterlo rifare.
(Dizionario De Mauro, Occasione: Circostanza favorevole, situazione o momento particolarmente adatti alla realizzazione di qualcosa. Fatto che favorisce il verificarsi di un evento.)

Dopo quello che sei non c’è più niente, non ci sei più tu. C’è una morte senza morte. Non è morte ma già non è più vita. E’ una specie di persistenza.
(Dizionario De Mauro, Persistere: Durare a lungo, protrarsi nel tempo oltre il normale.)

Perdurare. Siete conficcati a testa in sotto in un brodo primordiale, un insieme caotico e incoerente in cui le domande seguono le risposte, il tempo scorre all’indietro, la realtà è una semplice opinione, e non c’è niente di veramente vero e niente di veramente falso.

Fantasmi. Quelli di ieri, quelli di oggi e (Signore e Signori) in anteprima esclusiva quelli di domani.
(Dizionario De Mauro, Fantasma: Pensiero angoscioso, ricordo ossessivo; persona o situazione che si credeva confinata nel passato. Nella psicologia aristotelica, rappresentazione soggettiva di una realtà percepita dai sensi.)

Maschere: è sempre carnevale.

Dentro ogni persona c’è nascosto un lato magnifico, e per la maggior parte del tempo se ne resta lì nell’angolo solo soletto. E quando cerca (raramente) di affacciarsi alla finestra dell’anima, viene immediatamente zittito. E’ per questo che i pazzi scappano a rinchiudersi nei manicomi, i bambini giocano lontano (di nascosto) dagli adulti, e gli artisti creano in segreto. Perché (sshhh) il vostro lato meraviglioso è un segreto da custodire lontano dalle maschere degli altri.

Dentro ogni persona c’è alla luce del sole un lato orrendo. E’ strano come andiamo orgogliosi della nostra maschera e teniamo nascosto il lato migliore (e più vero del vero) come fosse qualcosa di cui vergognarsi.

Share

Leave a Reply

Lasciaci il tuo parere!

avatar
wpDiscuz