Fiat Lux

 

Voglio dedicare un post all'approfondimento della regia delle luci nel tour Pulse dei . Le cose che mi hanno sempre impressionato della coreografia delle luci di Pulse, sono principalmente due: la prima è che eravamo nel 1994, e immaginare una simile purezza, pulizia e varietà di colori, più che a innovare corrispondeva a inventare. La seconda cosa, è la perfetta armonia tra luci, colori, e , che fa sembrare l'intero concerto quasi come il frutto di una sola mente. 

In realtà le menti e i talenti che diedero vita allo spettacolo furono decine, anche se, come tutti i progetti, anche questo aveva un padre. Il padre del progetto luci del tour era Marc Brickman, che aveva già lavorato in passato con i Pink. Brickman continuò a lavorare sia con il gruppo di Gilmour che con quello di Waters anche dopo la separazione dei due con l'uscita di Waters dai Pink Floyd nel 1985.

La coreografia delle luci di Pulse nasce nel 1993, un anno prima del tour. Per quanto riguarda la parte laser, viene deciso l'impiego di proiettori mai utilizzati prima di allora in un concerto. In particolare, i laser prodotti dalla Rocklite e personalmente supervisionati a Toronto da Brickman, erano stati usati fino a quel momento solo per le fotografie ad alta velocità e la ricerca nucleare.

La gran parte della coreografia delle luci durante il concerto, era controllata da due computer che si occupavano della sincronizzazione con la musica. In particolare la parte frontale del palco e l'"occhio" mobile alle spalle della band in cui scorrono le immagini dei filmati, erano completamente automatizzati. Il resto delle luci, e cioé tutte quelle sospese sopra e ai lati del palco, erano azionate manualmente attraverso una console Wholehog (potete trovare una fotografia della console nella galleria fotografica all'inizio del post). Questo è l'elenco dell'equipaggiamento utilizzato nel concerto:

  • 150 VL5 Wash luminaires
  • 90 VL4 Wash luminaires
  • 16 VL2B Spot luminaires
  • 36 Mark IV Telescans
  • 12 Obie Xescans
  • 4 Cameleon Teleprojectors
  • 4 JEM ROADIE smoke machines
  • 6 Smoke processors
  • 2 Artisan control consoles
  • 2 72-way Avo consoles
  • 2 Wholehog consoles
  • 1 Telescan console
  • 1 Teleprojector console
  • 15 DF50s
  • 8 Londoner fans
  • 4 Gladiator followspots
  • 4 Daleks


Il risultato era questo:

 

 

Share

Leave a Reply

3 Commenti on "Fiat Lux"

avatar
Calamar
Ospite

Roger a quei tempi diceva che l'idea dello schermo circolare era sua, naturalmente…

Max
Ospite
calamar
Ospite

Si, si conosco… E ho letto molto del tuo blog che mi piace molto. Direi che abbiamo alcune cose in comune, e in particolare la passione “smodata” per i Pink Floyd.
Pensa che ho creduto che avevi cassato tu il commento, non avevo pensato al filtro antispam.

wpDiscuz