Buzz: la nuova creatura di Google

 

Se avete un account Google, per attivare Buzz non dovete fare niente, riceverete un invito al primo tentativo di loggarvi nel vostro account gmail. Con Buzz, Google tenta di entrare nel mondo dei social network partendo dall'aggregazione delle piattaforme proprietarie: Picasa, Youtube, Google Reader, Gmail, Google Maps, ecc.
Magari in un futuro prossimo vedremo aggregato anche Google Wave, ammesso che sopravviva al mezzo flop di cui è protagonista, secondo me ingiustamente. Le potenzialità di Wave sono enormi, credo che Google abbia commesso più di qualche errore di comunicazione nel lanciarlo, non è stato spiegato e semplificato a sufficienza.

 

Share

Leave a Reply

4 Commenti on "Buzz: la nuova creatura di Google"

avatar
Elena.
Ospite

Da questo pc non accedo alla mail, quindi lo posto qua:

http://www.corriere.it/Speciali/Spettacoli/2008/romanzo_sei_parole/

Elena.
Ospite

Ma perchè non c’è la foto? Oddio non mi ricordo assolutamente più come si faceva a farla comparire.

Max
Ospite

Per la foto devi semplicemente indicare l’email quando inserisci il commento.
Per l’articolo che hai linkato, mi viene in mente l’autobiografia di Gesualdo Bufalino, che di parole se ne fece bastare tre: “Nacque, omissis, morì”.

Elena.
Ospite

Ecco, sì.

wpDiscuz