Moby Dick

 

Chi impazzì dietro te non tornò mai più.
(Moby Dick, Banco del Mutuo Soccorso – 1983)

Che cosa fate, marinai, quando vedete una balena?
– La segnaliamo!
Bene! -, esclamò Akab con un accento di feroce approvazione. – E che cosa fate, dopo, marinai?
– Scendiamo nelle lance e la inseguiamo!
E a quale grido remate, marinai?
– Balena morta o lancia sfondata!

 (Herman Melville, Moby Dick – 1851)

Moby Dick, di H. Melville – Incipit

Chiamatemi Ismaele. Alcuni anni fa – non importa quanti esattamente – avendo pochi o punti denari in tasca e nulla di particolare che m'interessasse a terra, pensai di darmi alla navigazione e vedere la parte acquea del mondo. È un modo che ho io di cacciare la malinconia e di regolare la circolazione. Ogni volta che m'accorgo di atteggiare le labbra al torvo, ogni volta che nell'anima mi scende come un novembre umido e piovigginoso, ogni volta che mi accorgo di fermarmi involontariamente dinanzi alle agenzie di pompe funebri e di andar dietro a tutti i funerali che incontro, e specialmente ogni volta che il malumore si fa tanto forte in me che mi occorre un robusto principio morale per impedirmi di scendere risoluto in strada e gettare metodicamente per terra il cappello alla gente, allora decido che è tempo di mettermi in mare al più presto.

 

La caccia non finisce mai.
(Moby Dick, Banco del Mutuo Soccorso – 1983)

 

https://www.youtube.com/watch?v=GU9cbwo7y1E

Share

Leave a Reply

2 Commenti on "Moby Dick"

avatar
Elena Z
Ospite

Mi fa venire voglia di scrivere.

Max
Ospite

Melville ha anche detto che “La battaglia di tutte le battaglie è scrivere”.
Scrivere richiede la stessa determinazione dei marinai di Akab: “Balena morta o lancia sfondata!”

wpDiscuz