Archivi tag: Citazioni

Un sogno dentro a un sogno

 

Siamo fatti della stessa sostanza dei sogni.
(W. Shakespeare, La Tempesta)

 

Il mondo dei sogni è un posto incredibile. Ma forse è proprio il concetto di sogno in sé ad esserlo. Uno degli aspetti più intriganti di un sogno è la provenienza di certi personaggi che non hai mai visto né incontrato in vita tua. Perfetti estranei in tutto e per tutto, vengono fuori all'improvviso dal nulla per ritornarci subito dopo. Nella loro brevissima esistenza vi fanno un po' di compagnia, presentandosi di notte sotto forma di sogno e (spesso) prendendo possesso della scena con non poca arroganza.

Ieri notte, per esempio, ho sognato una tipa mai vista in vita mia. Con nessuna somiglianza a nessuna donna che conosco, la tipa di cui sto per parlare è una perfetta sconosciuta. Anzi lo era.

Ho sognato questa ragazza che salutava gli amici baciandoli in bocca. Attenzione: non che si limitasse a un bacetto, questa qui quando ti prendeva per salutarti ti allungava la lingua in bocca e ti baciava come se fossi il più grande amore della sua vita. E' stato così che dopo il suo primo saluto, nel sogno ho subito deciso che doveva diventare la mia migliore amica. A dire la verità, dopo il primo bacio avevo perso completamente la testa per lei.

A un certo punto le cose cominciano a correre velocemente come spesso succede nei sogni (probabilmente sono successe cose che adesso non mi ricordo), e arriviamo a un punto in cui io e la sconosciuta siamo in una piazza insieme ad altri amici. Io, come sempre, non vedevo l'ora di salutarla, ma quando uno di questi altri fa per andarsene e si avvicina a lei per riscuoterne il saluto, lei gli mette una mano davanti la faccia e lo ferma: "No no", gli dice scuotendo la testa, "da oggi in poi solo baci sulla guancia. Ecco che è successo per baciarvi in bocca", gli dice indicando me. Io ero lì perché la seguivo ovunque aspettando il momento di salutarci, ma questo suo modo di sottolinearlo è stato molto fastidioso.

Poi non lo so che è successo, non mi ricordo più niente. Però mi ricordo dei particolari qua e là: per esempio posso dirvi che lei andava in giro tutta la notte e non dormiva mai. Posso dirlo perché le stavo sempre appiccicato e mi ricordo tutte immagini notturne. Era carina, molto carina, però mi chiedo dove posso essere andato a pescare una figura come quella nella mia coscienza se non somiglia a nessuna persona che conosco. E' incredibile, se ci pensate. Una ragazza in carne e ossa, con la sua personalità, i suoi tic, le sue espressioni, le sue (strane) abitudini, con una volontà tutta sua. Praticamente un essere senziente bello e finito, inventato di sana pianta, uscito dal nulla. E' un vero peccato che non esista.

Share