Archivi tag: Whitman

Di queste domande sempre ricorrenti

Ci teniamo tutti ad essere accettati ma dovete credere che i vostri pensieri siano unici e vostri, anche se ad altri sembrano strani ed impopolari. Come ha detto Frost: “Due strade trovai nel bosco e io scelsi quella meno battuta, ed è per questo che sono diverso.”
(Robin Williams, L’attimo fuggente)

   Oh me! Oh vita!… di queste domande sempre ricorrenti;
della folla infinita di infedeli –
di città piene di sciocchi;
del mio continuo rimproverarmi,
(perché chi più infedele e più sciocco di me?),
di occhi inutilmente assetati di luce –
di oggetti perfidi –
di lotta sempre rinnovata;
di scarsi risultati di tutto –
di sordide folle che vedo intorno a me avanzare a fatica;
di anni inutili e vuoti per coloro che rimangono –
con il resto di me avvinghiato;

 La domanda, oh me!, così triste, così ricorrente:
Cosa c’è di buono in tutto questo?

 Risposta.

Che tu sei qui – che la vita esiste, e l’identità;
che il potente spettacolo continua, e tu contribuirai con un verso.


Walt Whitman, Huntington (Long Island) 1819 – 1892
 

 

Share